logo
Prenota una visita o un esame

Videocapsula

Cos’è la Videocapsula

La Videocapsula o anche conosciuta come capsula endoscopica è un esame totalmente mininvasivo che permette l’esplorazione del tratto gastrointestinale del Paziente attraverso l’ingestione (con l’aiuto di un sorso d’acqua) di una capsula di grandezza simile ad un antibiotico (figura 01). All’interno della capsula endoscopica è contenuto un sensore d’immagini a colori unito ad un sistema di illuminazione che permette la registrazione video di tutto il tratto gastrointestinale del paziente(Caratteristiche tecniche della Videocapsula).

preparazione videocapsula endoscopica

Fig.01 La Videocapsula Endoscopica

Ad oggi la videocapsula endoscopica, con oltre 1000 pubblicazioni riportate in molteplici riviste nazionali ed internazionali e con migliaia di casi trattati in tutto il mondo, è oramai una realtà consolidata nella diagnostica intestinale non invasiva.

Quando può essere utilizzata la Videocapsula

Ad oggi l’endoscopia con Videocapsula permette di sostituire, in determinate e specifiche situazioni che dovranno essere identificate opportunamente dal Medico specialista, gli esami endoscopici eseguiti in forma tradizionale (es. Colonscopia) permettendo quindi al paziente di evitare i numerosi fastidi tipici delle tecniche tradizionali. La capsula endoscopica permette inoltre di esplorare alcune sezioni finora poco accessibili da una normale Endoscopia quali la terza porzione del duodeno o l’intestino tenue fino al Colon (come si svolge l’esame). Nella colonscopia tradizionale ad esempio, per eplorare le pareti dell’intestino tenue, si utilizzano endoscopi molto lunghi con un forte disagio del paziente tanto da richiedere l’anestesia.

Vantaggi e controindicazioni

I vantaggi della Videocapsula sono notevoli per il Paziente idoneo a sottoporsi a questa tipologia di indagine diagnostica. La videocapsula infatti è un esame totalmente non invasivo o fastidioso in quanto il Paziente dovrà semplicemente ingerire una capsula con l’aiuto di un sorso d’acqua. La preparazione all’esame prevede un periodo di digiuno di circa 8 ore e nelle due ore successive l’ingestione della videocapsula è necessario evitare di rimanere a lungo seduti o a letto al fine di non impedire il normale svolgimento dell’esame.

Tali caratteristiche particolarmente vantaggiose in termini di invasività, permettono inoltre al Paziente di svolgere le normali attività anche durante la registrazione della Videocapsula.


Per quanto riguarda le controindicazioni, a tutt’oggi esiste una sola controindicazione assoluta ed è quella per le patologie occlusive dell’intestino tenue. Si escludono ad esempio il M. di Chron ed i tumori potelziamente stenosanti. La Videocapsula invece è indicata per le patologie infiammatorie, malassorbimento, diarrea cronica, neoplasie, emorragie occulte, malalttia di Chron con localizzazioni nel tenue dove le altre metodiche hanno fallito.


Una possibile valida alternativa all’esame della videocapsula endoscopica è rappresentata dalla Colonscopia Tac o anche chiamata Virtuale.


Articolo a cura del Dr. Sandro Mazzella

CONTATTI

Chiamaci

Servizio disponibile dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00

Fatti richiamare

Inserisci il tuo numero, ti richiameremo entro 1 ora lavorativa:

Scrivici su:

whatsapp-follow

Whatsapp 3668771864

Dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00

Compila il Form:

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del regolamento europeo del 27/04/2016, n. 679 e come indicato nel documento normativa sulla privacy e cookies

Seguici su: